Julius Lothar Meyer, premiato da Google Doodle

Google Doodle strizza l’occhio al pioniere della tavola periodica Julius Lothar Meyer al suo 190° compleanno

Il motore di ricerca più conosciuto al mondo, Google, ha cambiato il logo del suo sito web con uno scarabocchio in onore di Julius Lothar Meyer. È uno degli scienziati pionieri che ha scoperto che gli elementi chimici possono essere organizzati in una tavola periodica.

La scoperta della tavola periodica degli elementi che conosciamo oggi è attribuita allo scienziato russo Dmitry Mendeleev. Tuttavia, nel XIX secolo, molti chimici studiavano e sperimentavano il modo corretto di raggruppare e mostrare questi elementi.

Uno di questi scienziati era Julius Lothar Meyer, nato a Varel, in Germania, in un giorno come oggi, ma nel 1830. Sebbene la famiglia di Meyer si fosse tradizionalmente specializzata in medicina, egli decise di studiare e di diventare professore di chimica.

Nel suo primo libro di testo – «Die modernen Theorien der Chemie», pubblicato nel 1864 – Meyers pubblicò una prima tavola periodica nel 1864 che ordinava 28 elementi.

LA TAVOLA PERIODICA

Meyer continuò a sviluppare la sua tavola, riuscendo a pubblicare una tavola con quasi il doppio degli elementi, nel 1870. Tuttavia, a quel punto, il lavoro di Meyer era già stato avanzato nel 1869 dalla tavola superiore di Mendeleev contenente 63 elementi chimici.

Indipendentemente da chi per primo pubblicò le loro scoperte, sia Meyer che Mendeleev furono onorati con la Medaglia Davy della Royal Society britannica nel 1882, in riconoscimento del loro contributo alla creazione della tavola periodica degli elementi che ancora oggi utilizziamo.

Il Google Doodle di oggi consiste in un disegno alla lavagna di Julius Lothar Meyer, in piedi con una varietà di bicchieri e barattoli che scrivono «Google».

Dietro di esso c’è il suo famoso grafico che mostra le relazioni tra alcuni elementi, in particolare in base al loro peso atomico e al loro volume.

Sul blog ufficiale di Google Doodle hanno condiviso alcuni primi concetti artistici e disegni alternativi per il Doodle di questa mattina, tra cui schizzi più dettagliati dello stesso Julius Lothar Meyer.

Julius Lothar Meyer en Google Doodle